La cura dell’ambra I Come proteggerla?

condividi questo articolo su:

Prima di iniziare a parlare di come prendersi cura delle proprie ambre o dei propri gioielli in ambra, vorrei sottolineare una cosa importante: proprio perché non si tratti di una pietra, di un minerale, ma di una sostanza organica, non si può pretendere che essa non cambi nel tempo.

A me piace pensare che l’ambra sia viva ed è per questo che cambia come noi, esseri umani, reagisce ai fattori esterni e non rimane la stessa per sempre. Proprio per questo è ancora più preziosa.

Questa ambra avrà circa 50 anni: la sua superficie è diventata più scura, risultato del naturale processo di ossidazione.

L’ambra è un materiale delicato

Rispetto alle pietre, l’ambra è un materiale “morbido”, cioè di scarsa durezza, quindi è facile danneggiarla. Capiamoci bene: è sempre un fossile, ma non duro come una pietra. Quindi, come prima cosa, per proteggerla bisogna evitare di metterla insieme ad altri oggetti di metallo o oggetti spigolosi, perché è facile strisciarla.

Ho appena spezzato con le mani questo pezzo di ambra grezza.

 

Sempre per lo stesso motivo, l’ambra, se cade, può rompersi, soprattutto se si tratta di un pezzo sottile. Pensate che l’ambra grezza, non trattata, in forma di scagliette, si spezza facilmente con le mani. Adesso forse capite perché la maggior parte dell’ambra passa in autoclave, dove viene rafforzata. Senza questo trattamento sarebbe da scartare tantissima materia prima, perché durante la lavorazione si romperebbe.

La parola d’ordine “evitare”

Mi ricorderò sempre di quando, un po’ di anni fa, in Lituania, guardai gli orecchini d’ambra di mia mamma e non riuscii a capire perché fossero così “spenti” e opachi. Li presi in mano e iniziai a grattarli leggermente. Ed ecco qui che la mia unghia sprofondò nello strato di lacca… Ecco, sono esattamente le cose da evitare!

Se volete mettere dei prodotti sui capelli o il profumo, fatelo, ma indossate il gioiello d’ambra solo dopo. La stessa cosa con le creme: mettete i bracciali, anelli o collane solo dopo che la vostra pelle ha assorbito la crema.

Sull’ambra nera grezza i segni del tempo si vedono meno.

 

L’ambra, proprio perché è un materiale organico, assorbe tutto – anche il sudore. Quindi se sudate tanto ma volete portare il gioiello 24 ore su 24, non potete pretendere che non si opacizzi.

Infine, evitate qualsiasi sostanza alcolica per provare a pulire l’ambra: con questi prodotti, la rovinerete per sempre.

Come pulire l’ambra?

Dobbiamo accettare che l’ambra cambi con il tempo. In contatto con l’aria e la luce, l’ambra è in continuo processo di ossidazione. Si può dire che sta cercando di “recuperare” la sua buccia che le si era tolta durante la lavorazione. Quindi è normale se dopo qualche anno l’ambra non è esattamente uguale al momento in cui è stata acquistata. Questo riguarda in particolare l’ambra completamente trasparente.

I segni dell’opacizzazione si vedono di più sull’ambra trasparente.

 

Dopo 10 anni iniziano anche a crearsi delle crepe (non vi preoccupate, non vuol dire che si rompa). Non vi ho detto che l’ambra è viva?

Collana d’ambra di mia nonna: avrà sui 30-40 anni. Si è leggermente opacizzata.

 

Dopo 10 anni sull’ambra iniziano a crearsi delle crepe.

 

Il modo più sicuro per pulire l’ambra è usare l’acqua, semplicemente. Si può usare anche il sapone, ma non fatelo troppo spesso. Questo non cambia il fatto che l’ambra nel tempo si trasformi, ma rallenterà il processo.

Il modo migliore per pulire l’ambra è usare l’acqua.

 

Dopo anni, per avere la stessa lucentezza, bisognerebbe portarla dall’orafo o da chi lavora l’ambra e lucidarla di nuovo.

Accettiamo il vissuto dell’ambra

L’ambra che portiamo e alla quale ci siamo affezionati, vive il proprio percorso con noi. Come un vestito che dopo anni non è più perfetto, ma è il nostro preferito perché ci conosce bene, così è anche con l’ambra: accettiamo che dopo anni non sia più perfetta! Significa che ha vissuto con noi, che ha assorbito tutto di noi, cercando di proteggerci, ed è naturale che il suo percorso sia visibile. È come il nostro viso, che con le sue rughe racconta una vita intera.

Si dice che l’ambra, per la sua capacità di assorbire la negatività, sulle persone estremamente difficili, sfortunate e stressanti, diventa nera… Adoriamola anche per questo, per il suo continuo impegno per farci stare meglio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su :

Autore

Ramune Kupsyte

Ramune Kupsyte, titolare del negozio
“La Via dell’Ambra” specializzato in ambra baltica.
Bassano del Grappa (Vicenza).
La mia storia I Come mi sono avvicinata all’ambra
Le forme dell’ambra baltica
TAG : , , , , ,

1 Commento. Nuovo commento

  • La ringrazio per l’articolo…. Io amo in modo particolare l’ambra infatti ho molti gioielli che tengo con cura.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

altri articoli…

Menu